sponsor e patrocini del trofeo dossena di crema

NEWS


GIU
11

Un poker d'assi per le panchine: da Grosso a Mista, da Nava a Cerrone

Stasera le semifinali del Trofeo "Dossena": le quattro formazioni sono guidate da ex calciatori di livello internazionale



40° TROFEO "DOSSENA"
Sabato 11 giugno 2016
Stadio "Voltini" - Crema (CR)

SEMIFINALI
Ore 20.00: JUVENTUS - MILAN
Ore 22.00: VALENCIA - INTER

Profumo d'Europa per le semifinali del 40° Trofeo "Dossena", che si disputeranno stasera alle ore 20.00 e 22.00 allo Stadio "Voltini" a Crema. Prima gara in programma Juventus-Milan, quindi toccherà a Valencia-Inter.
Alle semifinali si sono qualificate le migliori squadre apprezzate durante i primi tre giorni del tornei: il verdetto del campo è stato giusto e veritiero.
Ad accomunare le formazioni che si contenderanno il titolo, c'è la grande esperienza da calciatore di tutti e quattro i quattro mister in panchina alla guida delle squadre.

La Juventus è allenata da mister Fabio Grosso, l'eroe dei Mondiali di Germania 2006. Dal rigore procurato con l'Australia al fantastico gol in semifinale con i tedeschi per chiudere con il rigore decisivo trasformato con la Francia, regalandoci il titolo di campioni del mondo. Grosso ne ha fatta di strada, da giocatore e da allenatore: dopo le esperienze a Palermo e all'Inter, il legame con il mondo bianconero è diventato indissolubile e le sue qualità da allenatore sono sotto gli occhi di tutti, grazie a risultati e gioco espresso dalle sue squadre.

Il mister del Valencia è Miguel Angel Ferrer Martinez: se a molti questo nome dirà poco, basti sapere che il nome con cui è conosciuto è Mista. Soprannominato El Murcielago, il pipistrello, Mista è stato uno degli attaccanti-simbolo del glorioso e vincente Valencia dei primi anni duemila: cui collezionò 144 presenze, firmando 40 gol e conquistando due volte il titolo di campione di Spagna (2001-2002 e 2003-2004), sollevando anche una Coppa Uefa e una SuperCoppa Europea, allenato in quegli anni da mister Rafa Benitez e Claudio Ranieri.

Il Milan vede sulla propria panchina Stefano Nava: ai più giovani noto per il commento tecnico nel videogioco FIFA 16, affiancando il telecronista Pierluigi Pardo, il tecnico rossonero è stato una bandiera milanista negli anni d'oro del Milan degli Invincibili. In una difesa con Tassotti, Baresi, Costacurta e Maldini non era facile trovare spazio, ma lui è stato l'elemento integrante di una retroguardia insuperabile: campione d'Italia nel 1992-1993 e nel 1993-1994, ha conquistato la Champions' League nel 1993-1994, vincendo anche due SuperCoppe Europee (1990, 1994), una Coppa Intercontinentale (1990), tre SuperCoppe Italiane (1992, 1993, 1994) e una Coppa Italia con il Parma (1991-1992).

Anche Salvatore Cerrone, tecnico dell'Inter, vanta importanti trascorsi nel calcio giocato. A Crema è noto soprattutto per esser stato capitano del Pergo negli anni della Serie C2: suo il gol che valse l'1-0 al "Voltini" contro il Mantova di mister Giorgio Veneri e del portiere cremasco Gianni Piacentini, con i biancorossi che poi ribaltarono la doppia sfida per la promozione nel ritorno.
Scuola Milan, ha quindi militato con il Forlì (C1, 1979-80; C2, 1983-84), la Pro Patria (C2, 1980-81; C1, 1982-83), la Pro Patria/Lucchese (C2, 1981-82), il Pergocrema (C2, 1984-87), la Pro Sesto (C2, 1987-90), il Lecco (C2, 1990-91), il Seregno (Int., 1991-92).
Un vero poker d'assi per le panchine del "Dossena", ma alla finalissima accederanno solamente due di questi quattro grandi ex calciatori e mister.
Appuntamento stasera e domani sera al "Voltini"!